L’Empoli vince il Torneo Internazionale Carlin’s Boys

FINALE 1° – 2° POSTO: Sampdoria – Empoli 0 – 1 (2’ Vannucci)

Sampdoria: Zovko, Ercolano, Zucca, Yepes, Doda, Obert, Somma, Gualandri, Morando, Tacchini, Gaggero.

A disposizione: Sala, Aquino, Miceli, Mamona, Vieira, Volpe, Trimboli

Allenatore: Tufano

 

Empoli: Havalic, Pezzola, Chinnici, Asllani, Vit, Fontanarosa, Vannucci, Pulina, Arapi, Simone, Lombardi.

A disposizione: Lupi, Umalini, Folino, Riccioni, Deglinnocenti, Fazzini, Gjini, Falleni, Martini

Allenatore: Pergolizzi

 

Dopo cinque giornate e tredici partite, il Torneo Internazionale Carlin’s Boys giunge al termine con la finalissima Sampdoria-Empoli. I blucerchiati vi arrivano con la porta inviolata, mentre l’attacco dell’Empoli è stato più profilico, con cinque reti (contro le quattro della squadra di Tufano).

La fortezza della difesa sampdoriana non dura, però, neanche due giri di lancette ed è un colpo di testa di Vannucci a portare in vantaggio la compagine toscana. La rete a freddo colpisce la Samp, mentre l’Empoli può impostare la partita giocando di rimessa e la finale, come spesso accade, è avara di emozioni, con le due squadre piuttosto contratte.

Più divertente la ripresa, con la Samp che deve fare la partita e chiude l’Empoli nella propria metà campo. Dopo pochi minuti ci prova Morando, senza fortuna. Al 52’ è Mamona a tentare l’eurogoal dalla linea di fondo, ma Hvalic respinge con i pugni. L’Empoli fatica a creare manovre che possano impensierire la difesa ospite e si limita a respingere le offensive della Samp. Gli ultimi istanti sembrano interminabili per gli uomini di Pergolizzi, ma al triplice fischio finale gli empolesi possono aggiungere per la terza volta il Torneo Internazionale Carlin’s Boys al loro palmarés.

 

 

FINALE 3° – 4° POSTO: Genoa – Chievo 1 – 0  (Viola)

Genoa: Della Pina, Orvieto, Biaggi, Zanetti, Ghigliotti, Xanxari, Nesci, Castiglione, Viola, Vassallo, Fanchini.

A disposizione: Corci, Boci, Patini, Bolcano, Panit, Romio, Piccardo, Baccherotti, Broso

All.: Oneto

 

Chievo: Malaguti, Pogliano, Berghi, Meneghini, Marini, Momodu, Anselmi, Bontempi, Oboe, Orfei, Egharevba

A disposizione: Kuqi, Carotta, Rossi, Aldegheri, Tacconi, Gaggiano, Nodari, Leso, Macedo

All.: Antonelli

 

 Sconfitte nei triangolari di semifinale, il Genoa (campione delle edizioni 2015 e 2017) ed il Chievo (alla prima storica partecipazione al Torneo Internazionale Carlin’s Boys) si sfidano per salire sul gradino più basso del podio.

Ritmi blandi per tutta la durata del primo tempo, con un leggerissimo predominio del Genoa che tuttavia non porta a nulla di concreto. Nella ripresa, entrambe le squadre si mostrano più coraggiose e al 42’ un’incomprensione della difesa rischia di costare tantissimo al Chievo, tuttavia il rossoblù Baccherotti devìa clamorosamente a lato di testa, a porta vuota. La risposta veneta giunge al 50’ con Orfei che costringe Della Pina a rifugiarsi in angolo con un grande intervento.

Ai supplementari, il Genoa trova la rete con un calcio di rigore trasformato da Viola e si assicura il terzo posto della manifestazione